giovedì 16 febbraio 2017

Is zippulas (frittelle lunghe sarde senza uova)

Anche queste sono frittelle tipiche del carnevale.
La loro lavorazione è piuttosto particolare ed è difficile per me fare le foto da sola mentre lavoro
quindi linko la ricetta con il video per ricordare come operare.

https://www.youtube.com/watch?v=SrHhVjk-hkw

INGREDIENTI:

500gr di semola rimacinata
550 ml di latte 
200 g di lievito madre
1 arancia sia la scorza che il succo
1 cucchiaio di liquore anice
Olio abbondante per friggere
Zucchero semolato q.b.


sciogliere il lievito nel latte e poi aggiungerlo  alla semola in una terrina, lavorare con le mani . Unire piano piano gli altri ingredienti. Questo impasto si lavora a mano. La semola messa nella terrina avrà un buco al centro in cui mettere gli ingredienti liquidi e poi mano a mano con le mani si prende la semola dai lati e si impasta al centro 






I liquidi vanno dosati in modo  da ottenere una pastella semidensa, che possa scendere facilmente dall'imbuto direttamente dentro all'olio della padella.
Nel video è mostrata bene la densità e la lavorazione dell'impasto
Una volta impastato il tutto, va coperto e lasciato lievitare



Per friggere, in assenza del tipico imbuto con manico, si può utilizzare un sac a poche con bocchetta liscia di 1 cm di diametro, oppure una bottiglia di plastica dell'acqua minerale o dell'olio, tagliata circa a metà
Una volta fritte, si sollevano con due manici di mestolo e si mettono a scolare dall'olio nella carta assorbente e poi si passano nello zucchero


Nessun commento:

Posta un commento