giovedì 26 maggio 2016

Faraona farcita in rotolo arrosto

Ingredienti per 6 persone

una faraona, disossata con le ali spuntate.
3 fette di prosciutto cotto
un etto di scamorza bianca tagliato a fettine
una frittatina di 2 uova, aromatizzate alle erbette aromatiche
1/2 bicchiere di vino bianco secco
brodo preparato con sapori e le ossa della faraona
sale, olio evo.

Dopo aver disossato la faraona, aprirla bene e sistemare bene la carne dentro. salare e pepare.



rivestire la carne con le fette di prosciutto cotto, mettere sopra quelle della scamorza e infine la frittatina, rifilandola se necessario



Formare un rotolo compatto, accostando i due lembi del volatile e sovrapponendoli . Poi con lo spago da cucina chiudere in modo ordinato e ravvicinato l'arrosto



Mettere tre cucchiai di olio in una pirofila che possa andare anche in forno, e rosolarvi la faraona su tutti i lati
Bagnate col vino bianco e lasciatelo evaporare, poi passate in forno, bagnando ogni tanto con del brodo e cuocendo a 160°C per circa un'ora



Trasferite la carne sul piatto di portata, tagliate a fette non troppo sottili e  nappatele col fondo di cottura


Gelato meringato ai frutti di bosco

Ingredienti per 6 persone

400 g di frutti di bosco misti: fragoline, lamponi, mirtilli, more ribes...
2 cucchiai di zucchero al velo
750 ml di gelato alla vaniglia
115 g di meringhe

foderate con la pellicola trasparente uno stampo da pane in cassetta da 900 ml.
mettete a macerare la frutta, pulita e lavata con lo zucchero a velo, girando con un cucchiaio, facendo attenzione a non spappolarla troppo.

Mettere il gelato in una terrina e schiacciarlo con la forchetta, poi unire la meringa sbriciolata e i frutti di bosco sgocciolati.





Mescolare tutti gli ingredienti insieme finchè non sono  uniformi e marmorizzati, versarli nello stampo, battere su un canovaccio ripiegato per assestare il composto e livellare in cima col fondo di un cucchiaio.
Riporre in freezer a riposare per tutta la notte



servire tagliato a fette, dopo congruo riposo


Torta tripudio di rose

Questa torta è rimasta nei miei sogni per 6 anni.
Nel 2010, nel forum che frequentavo, ci fu una vera e propria corsa alla realizzazione di questo capolavoro. Tutte le iscritte postavano la loro versione di questa torta ed ognuna era più bella di quella precedente . Solo io non ero in grado, con le mie competenze, di preparare queste belle decorazioni e così rimandavo di anno in anno.
Ma finalmente, quest'anno, per la festa della mamma, mi sono voluta lanciare. O la va o la spacca.
ed ecco la mia torta.. Nel web questa torta è conosciuta come "Brimming with roses cake" ed è un progetto della Wilton, la ditta che si occupa di materiale per il cake design.
potete vedere la pagina originale qui: http://www.wilton.com/brimming-with-roses-cake/WLPROJ-4899.html

Io ho tradotto e ho fatto questa:

Occorrente:
1 torta del diametro di circa 20 cm al gusto che preferite
Polvere di meringa per fare la ghiaccia reale
coloranti verde e lilla oppure rosso
olio di mais
crema di burro

chiodo per fiori.
sap usa e getta
beccucci di acciaio n° 2 5 12 104 352
spatola in metallo
set per ricami
carta scottex

Qualche giorno prima di decorare la torta, preparare le rose.
Montare sei tazze di ghiaccia reale , tingerne 3 di rosso scuro e tre di rosso chiaro. Usando il chiodo preparare 20 rose, con la base fatta col beccuccio 12 e i petali con il beccuccio 104.
Lasciare seccare completamente




Prepararne qualcuna in più in caso di rottura.
Cuocere e raffreddare la torta che avete scelto, di forma rotonda

Con la spatola rivestire la torta di crema di burro e lisciarla bene
Metterla in frigorifero per almeno mezz'ora

 ungere con olio di mais i ghirigori del set di decorazioni e imprimerli lungo i bordi della torta in modo causale
Usando la crema di burro e il conetto n 2, ricalcare i decori con tante palline ravvicinate.
Col conetto n° 5 contornare il bordo superiore e quello inferiore con tante palline consecutive



Posizionare le rose sul top della torta, dopo aver fatto delle montagnole di ghiaccia reale in cui affondare le rose. Negli spazi tra una rosa e l'altra creare delle foglie con ghiaccia reale verde e conetto n° 352



Chiffon cake decorata

La torta americana morbida per eccellenza.
Buonissima e coreografica.
In questo blog ho trovato un articolo interessantissimo sulle sue origini e sulla sua storia
http://cakegardenproject.com/2014/07/la-strana-storia-della-chiffon-cake.html
Invece la ricetta che propongo viene dal forum delle Civette sul soufflè del quale sono moderatrice


Ingredienti per uno stampo da 30 cm

uova 6 
albume 1
farina00 225 gr 
zucchero a velo 250 gr
olio semi mais 120 ml 
succo di arancia 180 ml
scorza di arancia grattugiata 2 cucchiai
bustina di lievito 1
cremor tartaro 1/2 bustina 
1 pizzico di sale

Procedimento 

Preriscaldate il forno a 180°.
Montare gli albumi e, quando sono semimontati aggiungere il cremor. Continuate a montare aggiungendo 3 cucchiai di zucchero a velo (fanno parte dei 250 gr totali) 




Sbattete i tuorli con il rimanente zucchero e unite in quest'ordine:

  • farina
  • olio
  • succo di arancia
  • scorza grattugiata
  • sale
  • lievito







Mescolate bene fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo. Incorporate infine gli albumi montati a neve con movimenti dal basso verso l'alto. Versate il nello stampo non imburrato. Forno a 180° per  55 minuti.



Sfornatela e capovolgere lo stampo sul collo di una bottiglia o su una gratella fino a totale raffreddamento.






domenica 8 maggio 2016

Cassatedde di ricotta

CASSATEDDE DI RICOTTA, di Maria Grammatico dal libro "Mandorle amare"

Ingredienti: 

pasta : 250 g farina di grano duro, 250 g farina 00, 75 g di zucchero, 25 g di burro, 1 cucchiaio di olio di olia e mezzo di aceto, 1 cucchiaio di brandy, la buccia grattugiata di un limone , 100 ml circa di acqua 

ripieno: 1/2 ricetta di crema di ricotta (vedi oltre) 1/2 cucchiaino di cannella macinata, 50 g i cioccolato a gocce.
1 bianco di uovo sbattuto con poca acqua per sigillare


olio di arachidi per friggere


procedimento pasta: 

mescolare le farine con lo zucchero fare la fontana e inserire gli altri ingredienti, meno l'acqua e sfarinare tra i palmi delle mani fino a che i grassi siano bene assorbiti. Poi unire l'acqua poco alla volta quanto basta a far rapprendere l'impasto. Panetto e in frigo

procedimento ripieno: 

mescolare la crema di ricotta alla cioccolata e alla cannella. 


procedimento cassatedde: 

dividere la pasta in dodici pezzi, lavorare ciascun pezzo fino a renderlo morbido ed elastico e stendere in un cerchio di 3mm di spessore e 12 cm di diametro.




Adagiare due cucchiai di farcia su metà del cerchio, bagnare i bordi col bianco d'uovo, chiudere a mezzaluna, premere i bordi per sigillare e tagliare con la rotella dentellata. 




Intanto avrete messo l'olio a scaldare. Quando ha raggiunto 185°C e un pezzo di pasta messo dentro sfrigge, calare 2 o 3 cassatedde alla volta. L'olio deve essere abbastanza da coprirle. 




Togliere dopo circa 8 minuti, devono essere ben dorate. Metterle su carta ssorbente. L'olio deve essere di nuovo a 185° C prima di calare le altre, Non calare troppe cassatedde alla volta. Servire tiepide.




RICETTA CREMA DI RICOTTA
500 g ricotta fresca, 150 g zucchero, vaniglia.
se la ricotta è molto fresca metterla a riposare una notte in un colapasta per asciugarla . Passarla attraverso il passaverdure coi dischi fini o un setaccio di crine, unire zucchero e aroma e mescolare bene. 



Brazo de gitano

Questo dolce è diffuso in tutta la Spagna. Viene preparato anche con farciture diverse e profumate all'arancia, che vengono spalmate sulla pasta cotta in precedenza.
Il Brazo de Gitano è un dolce tradizionale spagnolo, diffuso soprattutto nella provincia di Huesca, ma presente un po' in tutta la penisola.
il Brazo de Gitano si prepara facilmente e può essere guarnito e decorato in tanti modi.
L'origine si dice risalga al Medioevo, quando un monaco spagnolo importò in patria un dolce conosciuto in Egitto al quale inizialmente venne dato appunto il nome di "brazo egipciano".
In sostanza è un tronchetto di pan di spagna che può essere farcito in vari modi. Il più tradizionale e gustoso è quello con "cremadina" ossia crema pasticcera. 
Non è un dolce tradizionalmente natalizio, ma si usa molto prepararlo o comprarlo proprio per le festività di fine anno e lo si può vedere come un "tipico" tronchetto di Natale.

Ingredienti per 6 persone

200 g di farina 00
100 g di burro
50 g di zucchero semolato
1 uovo e 1 torlo
1 cucchiaino di lievito vanigliato

per il ripieno
400 ml di latte
50 g di zucchero semolato
30 g di farina
3 torli
1 bastoncino di cannella
1 bicchierino di rum
1 pezzetto di vaniglia

preparare la farcitura: in una casseruola scaldare il latte con la cannella e la vaniglia, poi lasciate intiepidire e filtrare. IN un'altra casseruola, montare i torli con lo zucchero e poi unire la farina e amalgamare. Versare a filo il latte intiepidito e mettere la casseruola sul fuoco basso, rimescolando fino a fare ispessire la crema. Unire il rum, togliere  dal fuoco e versare in un contenitore basso per il raffreddamento.
Preparare la pasta come se fosse una normale pasta frolla




Accendere il forno a 180°C e ricoprire una teglia bass con carta forno o siliconata.
Stendere la pasta in un rettangolo di un cm circa. rifilare i lati e spalmare la crema di farcitura.



Ripiegare la pasta su se stessa formando un rotolo, adagiarlo sulla placca, lasciando la chiusura verso il basso  e sigillando bene le estremità
Cuocere in forno caldo per circa 30 minuti


POggiarlo su una gratella per farlo raffreddare e cospargerlo di zucchero al velo prima di servirlo

mercoledì 4 maggio 2016

Semifreddo alla cannella al profumo di pere

Ingredienti per 8 persone: 4 uova,
30 g di zucchero semolato, 
125 g di zucchero a velo vanigliato, 
100 g di zucchero di canna, 
250 g di panna fresca, 
400 ml di vino rosso corposo,
4 pere possibilmente ruggine, 
1 cucchiaino di cannella in polvere, 
1 pezzetto di stecca di cannella, 4 chiodi di garofano.
Sbucciate le pere e tagliatele in 4 spicchi, cuocetele in una padella a fondo pesante con il vino, la stecca di cannella e i chiodi di garofano e lo zucchero di canna. Le pere dovranno rimanere al dente. Prelevate un decilitro di sciroppo e tenetelo da parte. Frullate qualche spicchio di pera e unitelo allo sciroppo nella padella con le pere, in questo modo creerete una salsa densa.
Separate i torli dalle chiare. Mettete i rossi in una bastardella con lo zucchero semolato e ponetela su un bagnomaria caldo. Montate le uova con le fruste elettriche , aggiungendo la cannella in polvere e il decilitro di sciroppo a filo in modo da creare uno zabaione ben montato.Quando sarà addensato, togliere dal fuoco e mettere a raffreddare in un bagnomaria ghiacciato.
Dividere le chiare e pesare 90 grammi. Montare anche queste nel bagnomaria caldo con lo zucchero al velo in modo da avere una meringa lucida e soda . Incorporare la meringa allo zabaione. Infine montare la panna e unirla al composto ormai freddo.


Rivestire uno stampo da plum cake della capacità di un litro con pellicola trasparente e versarvi il semifreddo. Livellare bene e mettere in freezer per 8 ore.

Tagliarlo a fette e servirlo con fette di pere caramellate e salsa di pere. guarnire volendo con pezzetti di stecca di cannella.



La barchiglia

Dolce tipico pugliese, che si prepara specialmente per Pasqua

Ingredienti per 6 persone
Per la pasta frolla: 
200 g di farina, 100 g di burro, 90 g di zucchero, tre tuorli d'uovo, un pizzico di sale 
Per il composto: 
150 g di mandorle, 150 g di zucchero, tre uova, un pizzico di sale, un pizzico di cannella, marmellata di pere, un limone
Per la glassa: 
150 g di zucchero, 300 g di cioccolato fondente
Per completare:
50 g di mandorle in lamelle 




Preparare la pasta frolla disponendo a fontana 200 gr di farina e mettendo al centro 100 gr di burro freddo a pezzettini. 
Sfregare farina e burro fino ad avere una massa di piccoli grumi. Rifare la fontana e mettervi al centro 90 gr di zucchero, un pizzico di sale e i tuorli d'uovo.
 Amalgamare gli ingredienti. Stendere l'impasto con le palme delle mani, riavvolgerlo e stenderlo di nuovo. Formare una palla, avvolgerla in carta stagnola e metterla a riposare in frigorifero per almeno un'ora.

 Per il composto: scottare e sgusciare le mandorle, poi tritarle finemente. Battere i tuorli d'uovo con lo zucchero e aggiungere le mandorle tritate, un poco di sale, un pizzico di cannella e la buccia grattugiata di un limone. Battere gli albumi a neve e unirli delicatamente al composto già preparato. Imburrare una teglia rotonda e stendervi un disco di pasta frolla dello spessore di 3 mm; spargere su di esso fiocchetti di marmellata di pere e versarvi il composto. Infornare a temperatura media (160°) per circa mezz'ora. È pronta quando, infilando uno stecchino nella torta, esso ne esce pulito e asciutto. Raffreddare. Preparare intanto la glassa al cioccolato. Sciogliere a bagnomaria il cioccolato fondente e aggiungere uno sciroppo di zucchero ottenuto facendo sciogliere 150 gr di zucchero in poca acqua. Rimestare e versare caldo sul dolce fatto raffreddare. Dolce tradizionale della Pasqua.


 Imburrare una teglia rotonda e stendervi un disco di pasta frolla dello spessore di 3 mm; spargere su di esso fiocchetti di marmellata di pere e versarvi il composto. Infornare a temperatura media (160°) per circa mezz'ora.




 È pronta quando, infilando uno stecchino nella torta, esso ne esce pulito e asciutto. Raffreddare. Preparare intanto la glassa al cioccolato. Sciogliere a bagnomaria il cioccolato fondente e aggiungere uno sciroppo di zucchero ottenuto facendo sciogliere 150 gr di zucchero in poca acqua. Rimestare e versare caldo sul dolce fatto raffreddare.