domenica 15 gennaio 2012

Torta di sanT'Antonio abate della Delmina

è una ricetta antichissima, a detta dell'autrice avrà più di cent'anni
trascrivo parola per parola ingredienti, procedimento e anedottica come sentita da lei
completo con le foto della mia preparazione

Torta di S. Antonio della Delmina (di MAMMA LARA)

(Delmina era la mia mamma)
Ero molto piccola e mia madre mi raccontava che se il 17 gennaio non si faceva questa torta, durante l’anno sarebbe caduto il tetto della casa.
Una tradizione che le aveva insegnato sua madre, quindi,la ricetta di questa torta minimo ha 80 anni.
A quel tempo abitavo a Malcantone di Sermide in provincia di Mantova, un paesino piccolo piccolo
al confine con la regione Emilia Romagna.
Non so dove mia nonna Ermenegilda avesse trovato questa ricetta, l’unica cosa che ricordo è che mia madre il 17 gennaio ci faceva sempre trovare in tavola questa buonissima torta.
Ogni scusa è buona per fare una torta alla propria famiglia e i bimbi si porteranno dentro al cuore il profumo e il ricordo di queste tradizioni per sempre.
Io non dimenticherò mai il profumo di questa torta e il trucco che alle volte mia mamma utilizzava sostituendo le castagne secche con i fagioli, noi bimbi non ci siamo mai accorti delle sostituzioni messe in atto per “questioni di forza maggiore”, la torta era la più buona in assoluto e ora che uso gli ingredienti che la ricetta prevede penso non sia buona come quella che mangiavo da piccola.


Ingredienti:

gr. 400 di farina 00
gr. 150 di burro fuso lasciato intiepidire
gr. 100 di zucchero
gr.100 di latte
2 tuorli di uovo
la pelle di un limone grattugiata
Lievito in polvere per dolci dose da mezzo kg. usarne mezza bustina

per il ripieno:

gr. 250 di castagne secche lessate
gr. 100 di fichi secchi tagliati a pezzettini piccoli
gr. 40 di uva sultanina lasciata in ammollo per circa 2 ore
gr.40 di cacao zuccherato in polvere
gr. 500 di marmellata di prugne o di quella che desiderate
Al tempo mia mamma usava quella di prugne, perchè le avevamo noi.

Alcuni suggerimenti:
grattugiare il limone con una grattugia , quella del formaggio va bene, ma se mettete tra la grattugia e il limone la carta da forno, vedrete che la buccia la raccogliete meglio,
il burro deve essere molto tiepido,
setacciare la farina mista al lievito,
strizzare molto bene l’uvetta,
Nel caso vi dimenticate di mettere a bagno l'uvetta, niente paura, mettetela in acqua e fatela bollire fino a che non vedete che rinviene, poi la potete strizzare,
passare le castagne con il passaverdura quello con i buchi rettangolari
usare una teglia di alluminio, io cuocio molto bene con quelle
lasciare gli ingredienti a temperatura ambiente per circa 8 ore
accendere il forno circa 30 minuti prima di infornare
lavare molto bene le uova


preparazione del ripieno

prepariamo il ripieno il giorno prima per dare agli ingredienti il tempo di conoscersi meglio e di fare amicizia ---- scherzavo ---- se lo prepariamo prima siamo sicuri che al momento dell’uso avrà la temperatura giusta e la giusta consistenza.
Iniziamo con il lessare le castagne lavandole bene , controllando che non ve ne siano di guaste e controllando la cottura assaggiando dopo circa due ore e mezza di bollitura lenta .
Togliamo le castagne dall’acqua e passiamole subito mentre sono calde , lasciamo raffreddare poi uniamo in ordine : la marmellata, il cacao , l’uva sultanina e i fichi a pezzettini .


Ogni volta che si aggiunge un ingrediente mescolare molto bene prima di aggiungere l’altro .
Questo è il ripieno della torta , metterlo a riposare , verrà usato il giorno dopo.

impastiamo la torta

mettere la farina e il lievito in polvere in una terrina setacciando anche due volte che non fa male , aggiungere lo zucchero , il limone grattugiato e mescolare bene, aggiungere il burro fuso raffreddato e mescolare bene , poi , uno alla volta i due tuorli di uovo e il latte, impastare molto bene fino a formare un bell’impasto abbastanza morbido ma non troppo perché bisogna stenderlo con il mattarello .

Tenere da parte una palla di impasto, servirà per formare la griglia di copertura tipo crostata.

Stendere la pasta su un foglio di carta da forno leggermente più grande della teglia che ospiterà la torta , usando la carta da forno si evita di imburrare la teglia , adagiare la pasta stesa nella teglia e sistemare il bordo di tutti i lati in modo che la sua altezza possa contenere il ripieno dello spessore di circa cm. 1,5 .


Con la pasta che abbiamo tenuto da parte formare delle strisce da mettere sulla torta fino a formare una griglia

Mettere in forno a 180 gradi per circa un ora .
Controllate la cottura perché non tutti i forni sono uguali .


Grazie mamma, ciao.
la tua Lara


Nessun commento:

Posta un commento